CONDIVIDI

Ancora una tragedia ha colpito la cittadina del gattopardo in questa estate maledetta. Dopo lo sgomento per la morte di Michele Sanfilippo, Palma si è ritrovata ancora una volta sotto shock per la perdita di Leonardo D’Alessando, 26 anni, studente di economia, deceduto in un incidente stradale sabato sera.

Per l’incidente un ventiquattrenne di Favara si è presentato al locale comando spiegando di essere coinvolto nell’incidente stradale mortale verificatosi lungo la statale 115 in contrada Burraiti, fra il Villaggio Mosè ed il bivio per Naro. Il ventiquattrenne, G. A., anche lui studente universitario, è stato sentito a lungo dai militari dell’Arma ed è stato anche accompagnato all’ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento per essere sottoposto agli esami volti a verificare  la presenza nel suo corpo di alcool o di sostanze stupefacenti, accertamenti che hanno dato esito negativo.  Il giovane è stato iscritto nel registro degli indagati per l’ipotesi di reato di omicidio colposo.

Secondo le prime ricostruzioni, il favarese  era alla guida di una Fiat Punto bianca con la quale è entrato in contatto con la motocicletta del palmese, una Kawasaki 600, che è uscita fuori strada. D’Alessandro è morto sul colpo per le ferite riportate. Il giovane favarese, in un primo momento, si sarebbe allontanato dal luogo dell’incidente; ma poi sarebbe tornato e, avendo visto i soccorritori, è rimasto sotto shock. Quindi avrebbe deciso di tornare a Favara per costituirsi, mettendosi a disposizione per i controlli del sangue.

Il sindaco di Palma, Stefano Castellino, ha così commentato: “ Apprendiamo un’atroce notizie, un nostro giovanissimo concittadino, un ragazzo di 26 anni ha perso la vita! Non esistono parole per questi eventi strazianti! Il Sindaco e la giunta si uniscono al dolore della famiglia per l’incolmabile perdita! Riposa in pace Leonardo”. L’amministrazione comunale sta valutando di proclamare il lutto cittadino in occasione dei funerali del giovane.

CONDIVIDI