CONDIVIDI

Il comunicato stampa emesso dalla Procura della Repubblica relativo alle indagini sull’omicidio di Giacinto Marzullo.

In data odierna, personale della Polizia di Stato e della Compagnia CC. di Licata, su disposizione del PM dott. Carlo Cinque della Procura della Repubblica di Agrigento, ha posto in stato di fermo Volpe Giuseppe di anni 19, in quanto raggiunto da gravi indizi di colpevolezza in ordine all’omicidio di Marzullo Giacinto, agricoltore, di anni 52, raggiunto da numerosi colpi di una pistola automatica cal. 9 nella disponibilità del presunto assassino. Alla base dell’omicidio, secondo la ricostruzione operata dalla polizia giudiziaria, ci sarebbero forti e risalenti contrasti di natura familiare fra la vittima e il Volpe, legati, peraltro, da rapporti di parentela. Il ritrovamento dell’arma del delitto, le dichiarazioni dei testi escussi e le spontanee dichiarazioni rese dal presunto assassino sono al vaglio degli inquirenti unitamente agli accertamenti tecnici già disposti sul cadavere, sull’arma del delitto, sui reperti balistici, sui vestiti e sull’ autovettura del Volpe. Sulla convalida del fermo, disposto anche per i reati di porto illegale di arma da fuoco, così come per il disposto arresto in flagranza di reato per
coltivazione di marijuana, si pronunziera’ il Gip di Agrigento.
Il Procuratore della Repubblica Dott. Luigi Patronaggio

CONDIVIDI