CONDIVIDI

Malgrado il Punto nascite sia chiuso ai parti programmati ormai da quasi un anno e mezzo, la scorsa notte il personale medico e paramedico in servizio ha dovuto soccorrere una gestante giunta in ospedale con il travaglio già avviato. Constatata l’urgenza della situazione e l’impossibilità di un trasferimento in ambulanza al San Giovanni di Dio di Agrigento o al Vittorio Emanuele di Gela, si è deciso di far nascere il bambino al San Giacomo d’Altopasso. La donna è stata trattata in primis dal personale in servizio al Pronto soccorso e successivamente è stata trasferita in sala operatoria dove il primario dell’Ostetrica, il dottore Marcello Pira, ha aiutato la donna a partorire. Tutto si è svolto per fortuna senza complicazioni, grazie anche all’ottimo operato dei medici che hanno assistito la gestante.

CONDIVIDI