CONDIVIDI

Le demolizioni degli immobili abusivi acquisiti al patrimonio indisponibile del Comune riprenderanno lunedì prossimo, il 24 aprile. E’ questo quanto stabilito dal Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica riunitosi in Prefettura quindici giorni fa. E’ stato pertanto riorganizzato il contingente militare che dovrà garantire la sicurezza delle operazioni di abbattimento dei manufatti abusivi portati avanti dalla Procura della Repubblica di Agrigento. Le demolizioni sono eseguite dall’Impresa Patriarca Salvatore di Comiso, aggiudicataria della gara d’appalto bandita dal Comune. La ripresa riguarderà ancora edifici realizzati a ridosso del mare, all’interno della fascia dei centocinquanta metri dove vige il vincolo di inedificabilità assoluta. Con il nuovo elenco, verranno superati i cinquanta abbattimenti. Finora (dall’aprile 2016) le case al mare abbattute sono state quarantotto. Le ultime due, in contrada Nicolizia e contrada Lavanghe, hanno ancora i cantieri aperti e lo sgombero delle macerie dovrà essere completato nei primi giorni della ripresa.

CONDIVIDI