CONDIVIDI

Trasporto religioso e fede accompagneranno anche quest’anno la riproposizione della Passione di Gesù Cristo. La processione del Venerdì Santo è da sempre un momento particolare per Licata che si stringe attorno ai riti della Via Crucis e della Crocifissione di Gesù. Tradizione antica e di grande devozione, vedrà anche oggi la partecipazione di tantissimi fedeli che seguono da vicino tutte le fasi della Passione. Lo start alle celebrazioni è stato dato la notte scorsa (quella tra giovedì e venerdì) con il rito notturno della traslazione del letto coperto con l’uscita dalla chiesa di San Girolamo (quartiere Marina) ad opera dell’omonima Confraternita. In questo caso religione mista a tradizione con l’entrata al Palazzo della Lumia alle prime luci dell’alba. La rappresentazione dal vivo, ad opera della parrocchia di Loreto, apre invece questa mattina alle 10 le celebrazioni del Venerdì santo. La processione diurna, da parte della Confraternita di San Girolamo prende il via alle ore 13 con l’uscita del Cristo con la croce portato a spalla dai componenti la Confraternita. Contestualmente l’uscita della Madonna dalla Chiesa di Sant’Angelo per la Giunta intorno alle 15 in Piazza Progresso. Alle 15,30 l’entrata alla Lumia con il cambio della statua di Cristo che precede la Crocifissione nel Calvario posto all’incrocio tra Corso Serrovira e via Nazario Sauro. In serata poi la discesa del Cristo dalla Croce e l’adagiamento sull’Urna sacra che, dopo un largo giro per le vie cittadine con la tradizionale fermata lunga alla Chiesa del Carmine, riporta il Salvatore a San Girolamo. Da sempre il Venerdì Santo fa registrare anche la partecipazione dei Gruppi Scout cittadini e di varie associazioni religiose che rendono omaggio al Cristo Crocifisso.

CONDIVIDI