CONDIVIDI

Coltivazione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente è l’ipotesi di reato contestata a Calogero Valoroso, licatese classe 1981, arrestato dalla Polizia di Stato. I dettagli dell’operazione sono stati resi noti questa mattina nel corso di una conferenza stampa in commissariato. L’uomo – recidivo e già tratto in arresto per il medesimo reato nel giugno dell’anno passato – avrebbe coltivato in un terreno di contrada Passarello (in un agro di sua disponibilità) 181 piantine di cannabis sativa dell’altezza compresa tra 30 e 70 centimetri occultate all’interno di tre serre adibite ad altra coltura. 100 kilogrammi il peso complessivo delle piantine. L’uomo era sottoposto all’obbligo di dimora a Licata con la prescrizione di rientrare in casa entro le ore 19. Per lui sono scattate le manette ai polsi e si trova attualmente ristretto in regime di arresti domiciliari presso la propria abitazione.

loading...
CONDIVIDI