CONDIVIDI

L’emergenza rifiuti continua in periferia. Dalla località balneare di Mollarella si leva un grido d’allarme da parte dei residenti. “45 giorni di mancata raccolta rifiuti – fa sapere uno di loro – siamo arrivati a circa sessanta metri lineari di rifiuti per sei metri di larghezza sulla strada provinciale. Ieri dopo un mese e mezzo hanno raccolto metà della nostra immondizia a Mollarella”. In effetti, la periferia è stata di fatto abbandonata da un po’ a livello di raccolta. Le operazioni si sono concentrate soprattutto in città anche se (l’abbiamo varie volte raccontato) pure molti quartieri della cerchia urbana hanno risentito gli effetti di una raccolta a singhiozzo che in alcuni casi ha creato delle vere e proprie bombe ecologiche come quella di via Trazzera Piazza Armerina, al Villaggio dei Fiori. Nella stessa condizione di Mollarella, anche altre frazioni balneari. Cumuli ci sono stati segnalati alla Rocca e al Pisciotto oltre che sulla Strada Panoramica Montagna.

CONDIVIDI