CONDIVIDI

I bagnini che hanno svolto il servizio di sicurezza e vigilanza sulle spiagge libere licatesi durante la stagione estiva 2017 non hanno ancora percepito alcun compenso per il loro lavoro. Il servizio, come noto, è stato aggiudicato all’associazione Guardia costiera ausiliaria che ormai da anni svolge questa importante attività stagionale. Ebbene, a distanza di quasi tre mesi dalla conclusione, il Comune non ha ancora saldato i trentamila euro del capitolato d’appalto. “In queste condizioni – fanno sapere dall’associazione – dal prossimo anno difficilmente potremo svolgere nuovamente il servizio. I bagnini che hanno prestato la loro opera sulle torrette durante la stagione estiva giustamente reclamano i loro compensi e noi non sappiamo più cosa rispondere”.

CONDIVIDI